Avvio di seduta incerto per Piazza Affari

17 Agosto 2020, di Redazione Wall Street Italia

Nella prima seduta della settimana Piazza Affari si muove in territorio negativo, dopo un brevissimo tentativo di rimbalzo in avvio. L’indice Ftse Mib ha aperto con segno più per poi girare subito insieme e agli altri listini europei, segnando un ribasso dello 0,43% sotto la soglia dei 20.000 punti.

Sui listini prevale la prudenza di fronte alla preoccupante evoluzione della pandemia. Il numero di casi di coronavirus continua ad aumentare anche in Francia, dove per il secondo giorno consecutivo si sono superati i 3mila contagi. Intanto dal fronte macro è giunto questa mattina il Pil del Giappone che ha mostrato nel secondo trimestre dell’anno un crollo senza precedenti (-27,8% su base annualizzata). Oggi dal fronte macro non sono attese indicazioni di rilievo, ma si apre una settimana piuttosto intesa, con i verbali della Fed mercoledì e quelli della Bce il giorno dopo.

Tra i singoli titoli di Piazza Affari, giù Hera e Ferrari con un calo intorno allo 0,40%. In testa al paniere principale invece sale Moncler con un balzo in avanti dell’1,3%. La seguono le banche, capitanate da Bper (+1,2%) e da Unicredit (+0,97%).