Auto: vendite europee in retromarcia, nei primi otto mesi -33%

17 Settembre 2020, di Mariangela Tessa

Primi otto mesi del 2020 in retromarcia per il settore delle quattro ruote. Secondo i dati Acea, l’associazione dei costruttori europea, nella Ue- Paesi Efta -Gran Bretagna le immatricolazioni di nuove auto nella Ue sono diminuite del 32,9%.

In totale, sono state immatricolate 7.267.621 vetture, dalle 10.831.855 dello stesso periodo del 2019.

Tra i maggiori mercati dell’Ue, nei primi 8 mesi del 2020 la Spagna ha visto il calo più grande (-40,6%), seguita dall’Italia (-38,9%), Francia (-32,0%) e Germania (-28,8%).

Male anche FCA. Nello stesso periodo, vendite sono diminuite del 38,6% su base tendenziale considerando. Nel solo mese di agosto la flessione, rispetto allo stesso mese del 2019, è stata del 6,9 per cento. La quota di mercato del gruppo Fca è diminuita nei primi 8 mesi del 2020 dal 6,2 al 5,7 per cento.

Le immatricolazioni di auto del gruppo Fca nel periodo in esame sono state 412.270 dalle 671.628 dello stesso periodo del 2019. Nei primi 8 mesi del 2020 i cali maggiori hanno riguardato i marchi Alfa Romeo (-45,2%), Jeep (-41,9%) e Lancia (-40,6%).