Austria, elezioni non sono finite: estrema destra fa ricorso

8 Giugno 2016, di Alberto Battaglia

Le elezioni presidenziali in Austria, dopo le voci sui brogli sollevate in seguito alla vittoria di misura del verde Alexander Van der Bellen, si arricchiscono di un nuovo capitolo: il partito della destra nazionalista rappresentata da Norbert Hofer ha presentato un ricorso che potrebbe invalidare il risultato elettorale.

La vittoria di Van der Bellen è stata molto risicata: solo 30.863 i voti di vantaggio sul rivale; allo stesso tempo, contesta il partito di Hofer, ci sarebbero state irregolarità in 94 dei distretti elettorali. Una documentazione di 150 pagine sui presunti brogli è stata consegnata dunque alla Corte costituzionale austriaca che sarà chiamata a prendere una decisione entro l’8 luglio, data nella quale Van der Bellen dovrebbe entrare in carica.

Nel caso i brogli venissero accertati la votazione andrebbe ripetuta solo nei distretti elettorali interessati.