Austria, candidato anti immigrazione sale nei sondaggi dopo stupro di gruppo

17 Agosto 2016, di Daniele Chicca

Dopo che nove rifugiati di origini irachene sono stati arrestati in Austria con l’accusa di aver violentato una ragazza 28enne tedesca, il candidato alla presidenza di estrema destra, Norbert Hofer, è salito nei sondaggi. Hofer, che aveva perso di un soffio le elezioni le quali si rifaranno il 2 ottobre in seguito alla scoperta di illegalità ai seggi, sta registrando un incremento dell’indice di gradimento prima del voto.

Il caso della 28enne stuprata rischia di alimentare e rendere più acceso il dibattito sull’immigrazione, la sicurezza e la percentuale di crimini nel prossimo mese e mezzo di ‘preparazione’ alle elezioni presidenziali bis. L’Austria fa parte dell’Eurozona. Lo stesso giorno si terrà anche un altro voto delicato per l’area della moneta unica: il referendum in Ungheria sulla politica delle quote fisse ai migranti da accogliere nei singoli Stati membri.