Atlantia: upgrade a BUY da Equita grazie a politica dividendi e buyback

11 Gennaio 2022, di Redazione Wall Street Italia

La vendita di ASPI dovrebbe chiudersi nel primo trimestre del 2022 con un incasso di 8,2 miliardi. Atlantia ha annunciato una interessante politica di dividendi (600 mn nel 2021, +3/5% al 2023) ed un buyback fino a 2 miliardi. Equita stima un tasso interno di rendimento del 7,5% su 2 anni nel caso di un buyback con Opa parziale o del 6% in caso di acquisti sul mercato.
La nuova ondata di contagi Covid 19 sta portando a restrizioni sui viaggi, ma gli analisti della Sim milanese ritengono che la ripresa del traffico aereo sia comunque in corso (diversi vettori continuano a stimare significativi progressi dalla stagione estiva) e anche per le autostrade si aspettano una accelerazione dal secondo trimestre. Equita migliora così del 5% le stime di EBITDA 2021 e dell’1-3% negli anni seguenti, con target price a +9% a €19.7 punti base. Equita promuove il titolo Atlantia a BUY perché: 1) circa 1,8 miliardi all’anno potrebbero essere pagati agli azionisti nel 2022/23 (dividendi + buyback); 2) il traffico motorways ha mostrato chiari segni di ripresa all’inizio dell’estate. Le prospettive del traffico aereo sembrano in miglioramento dalla stagione estiva 2022, nonostante i rischi per la coda degli impatti Covid-19; 3) ci aspettiamo un approccio prudente nel reinvestimento del cash-in per la cessione di ASPI (deals di medie dimensioni). Atlantia entra nel portafoglio raccomandato di Equita con un peso di 420.