Atlantia, il 30% di Autostrade verso nuovi soci

1 Marzo 2016, di Alberto Battaglia

Il piano di espansione di Atlantia passa attraverso l’apertura del capitale della controllata Autostrade per l’Italia (Aspi) a nuovi soci: fondi pensione, fondi sovrani, grandi investitori internazionali. E’ quanto scrive oggi il Sole 24 Ore: “le risorse iniettate” permetteranno di “spostare il baricentro del gruppo oltre i confini italiani”. La quota della concessionaria messa a disposizione sarebbe del 30%.

Aspi potrebbe essere un investimento decisamente attraente per quella categoria d’investitori decisi a rifuggire le fluttuazioni del mercato che caratterizzano questa fase: Aspi, scrive il Sole, “grazie alle tariffe regolamentate, è sicuramente un target remunerativo”.

I tempi dell’operazione sono ancora da verificare, ma l’entità sarà importante: dei 19 miliardi di capitalizzazione di Atlantia 14 sono ascrivibili al business autostradale.