Arrestato per corruzione il vice presidente ed erede dell’impero Samsung

17 Febbraio 2017, di Mariangela Tessa

E’ stato arrestato e accusato di corruzione il vice presidente di Samsung, Lee Jae-yong, in relazione alle indagini per il suo presunto ruolo nello scandalo che ha portato il Parlamento sudcoreano a porre sotto impeachment la presidente Park Geun-hye.

Il tribunale ha quindi autorizzato l’arresto del vice presidente del gruppo per “le nuove accuse e prove presentate”, quindi il magnate 48enne è stato portato in cella nel carcere di Uiwang, a sudovest di Seul, ha riferito Korea Herald.