Apple: crisi chip costa al colosso $6 miliardi, il fatturato delude: colpite vendite di iPhone e Mac

29 Ottobre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Titolo Apple in calo nelle contrattazioni afterhours di Wall Street del 3,5% circa, a seguito della diffusione di una trimestrale che ha deluso sul fronte del fatturato.

Il bilancio, relativo al terzo trimestre del 2021 – quarto trimestre fiscale per il colosso dell’iPhone – ha accusato il colpo della crisi dell’offerta, le cui conseguenze, peggiori di quanto atteso, hanno colpito soprattutto la produzione, e di conseguenza le vendite, di iPhone, iPad e Macs.

Il ceo Tim Cook ha parlato di “una performance molto solida, nonostante l’impatto della crisi dell’offerta superiore alle attese,che riteniamo sarà attorno ai $6 miliardi – ha detto l’AD in un’intervista alla CNBC -Le strozzature nella catena di approviggionamento sono state provocate dalla carenza di chip di cui si continua a parlare molto, e dalle interruzioni di produzione provocate dal Covid nel Sudest asiatico”.

Di seguito le voci di bilancio principali:

L’utile netto di Apple si è attestato a $20,6 miliardi, o a $1,24 per azione diluted, rispetto ai $12,7 miliardi, o $0,73 per azione su base diluted dello stesso trimestre del 2020.
L’eps di Apple si è attestato in linea con le previsioni.

Il fatturato è salito su base annua del 29% a $83,36 miliardi, livello inferiore rispetto agli $84,85 miliardi attesi; il fatturato legato alle vendite di iPhone è balzato del 47% su base annua a $38,87 miliardi, comunque meno dei $41,51 miliardi previsti; il fatturato della divisione servizi si è attestato a $18,28 miliardi, in rialzo del 25,6% su base annua e meglio dei $17,64 miliardi attesi; il fatturato di altri prodotti è stato pari a $8,79 miliardi, inferiore ai $9,33 miliardi attesi, in crescita dell’11,5% su base annua; il fatturato legato alla vendita di Mac è stato di $9,18 miliardi, inferiore ai $9,23 miliardi attesi, in rialzo dell’1,6% su base annua; il fatturato legato alle vendite di iPad è ammontato a $8,25 miliardi, superiore ai $7,23 miliardi attesi, in rialzo del 21,4% su base annua.