Antitrust multa Facebook: 10 milioni per raccolta dati personali ingannevole

7 Dicembre 2018, di Alberto Battaglia

L’autorità Antitrust ha multato Facebook con due sanzioni di valore complessivo di 10 milioni di euro. Il social network avrebbe violato il Codice del Consumo, in particolare gli articoli 21 e 22, inducendo gli utenti a registrarsi senza informarli adeguatamente sull’uso commerciale che sarebbe stato fatto dei dati da loro inseriti. Così l’Agcm:

“L’Autorità ha accertato che Facebook, in violazione degli artt. 21 e 22 del Codice del Consumo, induce ingannevolmente gli utenti consumatori a registrarsi nella piattaforma Facebook, non informandoli adeguatamente e immediatamente, in fase di attivazione dell’account, dell’attività di raccolta, con intento commerciale, dei dati da loro forniti, e, più in generale, delle finalità remunerative che sottendono la fornitura del servizio di social network, enfatizzandone la sola gratuità”.

Le multe colpiscono Facebook Ireland Ltd. e la controllante Facebook Inc.