Amazon nel mirino di Agcom: multa per attività postale non autorizzata

2 Agosto 2018, di Mariangela Tessa

L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) ha sanzionato Amazon per aver svolto attività postali come la logistica e la consegna dei pacchi, o la gestione di centri di recapito, senza titolo autorizzativo.

La sanzione complessiva è di 300 mila euro e riguarda tre società del colosso dell’e-commerce: Amazon Italia Logistica ha ricevuto una multa di 50 mila euro, Amazon Italia Transport di 100 mila euro e Amazon Eu di 150 mila euro.

Al termine dell’istruttoria, avviata a marzo “con l’atto che contestava all’impresa di operare senza le dovute autorizzazioni”, l’Autorità “ha riscontrato che Amazon svolge, nel ben piu’ esteso perimetro di attività della filiera del commercio online, anche attivita’ postali, quali la logistica e la consegna di pacchi o la gestione dei centri di recapito. L’Autorità, relatore Antonio Nicita, ha pertanto comminato con la propria delibera alle richiamate società del gruppo Amazon la sanzione massima prevista dalla legge in caso di operatività senza titolo autorizzativo”, ovvero una cifra complessiva di 300mila euro.