Altro che reflazione, inflazione armonizzata in contrazione in Italia

3 Febbraio 2017, di Daniele Chicca

Altro che reflazione in Europa, come teme la Germania: a gennaio i prezzi al consumo hanno rallentato il passo in Italia a gennaio rispetto a dicembre. La variazione su base mensile è stata dello 0,2% positiva (stime 0,3%) contro lo 0,4% dell’ultimo mese del 2016. L’indice dei prezzi al consumo è salito, su base annuale, dello 0,9% in linea con le stime e più dello 0,5% del mese precedente. A giudicare dagli ultimi dati macro, insomma, l’inflazione risulta largamente sotto controllo nel nostro paese, la terza economia dell’Eurozona.

Dai valori dell’indice armonizzato HICP della lettura preliminare, emerge poi una contrazione di ben il 2% di questa variabile rispetto al mese precedente. Questo dato dell’inflazione si confronta con un incremento dello 0,4% registrato a dicembre e con il -1,8% stimato dagli analisti interpellati da Bloomberg. L’HICP (cresciuto +0,7% su anno, meno del +0,8% previsto) costituisce un paniere di beni e servizi rappresentativo per l’area euro. Nel paniere si trovano beni quali alimentari, quotidiani, benzina, abbigliamento, computer e lavatrici e servizi come negozi di acconciature, assicurazioni e affitti.