Altro che azioni e obbligazioni, il re dei rendimenti e’ il “catastrophe bond”

5 Ottobre 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – “In un mondo di rendimenti negativi c’è una asset class che negli ultimi 12 anni ha sistematicamente battuto tutti i principali indici azionari e obbligazionari, garantendo elevati e costanti rendimenti, oltre ad una ottima forma di decorrelazione e diversificazione. Si tratta degli ILS – Insurance Linked Securities, di cui fanno parte anche i cosiddetti Catastrophe Bond, che, a dispetto del nome, hanno rappresentato un’ottima forma di investimento”.

E’ quanto spiega in una nota Luca Reggio di Lombard Vineyards (Pty) Ltd, specificando che si tratta di “un mercato di circa 73 miliardi di dollari Usa, ben conosciuto e molto utilizzato nel mondo anglosassone, ma ancora poco noto agli operatori e al pubblico in Italia”.

“L’indice di settore -si legge nella lo Swiss Re Global CatBond Index, creato dal gigante svizzero delle riassicurazioni Swiss Re, dal 2004 a oggi ha garantito un rendimento medio pari ad oltre l’8% annuo, con un andamento per molti aspetti simile a quello di prodotti a reddito fisso.

La caratteristica principale di questi strumenti finanziari è quella di avere quale rapporto sottostante un contratto riassicurativo, principalmente connesso ad eventi naturali di grande impatto e bassa frequenza, quali ad esempio uragani, tifoni, terremoti, inondazioni, grandi incendi ed eventi simili.

Risulta così evidente che tali strumenti sono totalmente indifferenti ai principali fattori economici o politici che influenzano i tradizionali mercati Equity e Bond, essendo unicamente influenzati da fattori naturali.

Da qui uno dei principali fattori di appeal di questa asset class, oltre ovviamente al rendimento, ovvero una fortissima decorrelazione e opportunità di diversificazione”