Allarme Opec, taglia stime domanda 2016. Petrolio giù

13 Aprile 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Accelerazione ribassista per le quotazioni del petrolio, che pagano l’alert arrivato dall’Opec, che ha tagliato le stime sulla domanda globale del petrolio, sulla scia dell’indebolimento nella crescita dell’economia dei paesi emergenti, ma anche per le temperature più alte e per la rimozione di sussidi al carburante.

L’Opec ha rivisto al ribasso le previsioni sulla domanda di petrolio nel 2016 di 50.000 barili al giorno, complice in particolare il rallentamento dell’economia dell’America Latina, ma anche per i problemi che stanno affossando il Brasile.

Il taglio delle stime significa che la domanda globale di petrolio crescerà ogni giorno di 1,2 milioni di barili al giorno, a una media di 94,18 milioni di barili. Il tasso di crescita sarà dunque inferiore a quello del 2015, pari a 1,54 milioni al giorno.