Aeroporti: Sea, salgono ricavi e traffico. Modiano confermato presidente

5 Maggio 2016, di Alberto Battaglia

Sea, gruppo che gestisce gli aeroporti milanesi, ha chiuso il 2015 con risultati in miglioramento: i ricavi crescono a 694,8 milioni (+ 1,4%), mentre cala di 32,9 milioni l’indebitamento a 538,3. Positivi, soprattutto il margine operativo lordo, in rialzo del 31% rispetto al 2012 (219,8 milioni), l’utile netto è di 83,8 milioni e 62,8 i milioni distribuiti in dividendi.

Il traffico è risultato in crescita del 3,3%, un dato più modesto rispetto alla media nazionale, a causa della concorrenza del treno sulla rotta Milano-Roma e della crisi dell’Alitalia. Il traffico internazionale cresce a 20,5 milioni, rispetto al 19,6 dello scorso anno e ai 18,6 del 2013; quello intercontinentale è stato, invece di 5 milioni, escluso il tratto da e per il Nord Africa, risulterebbe in crescita del 12% rispetto al 2014.

“Il 2015 è stato un anno positivo per il gruppo”, ha commentato Pietro Modiano, confermatosi presidente di Sea, “lo testimoniano i dati di conto economico e di stato patrimoniale, con un margine operativo che ha raggiunto il suo massimo storico arrivando a 219,8 milioni, in crescita del 6,8% rispetto al 2014, come pure l’utile netto consolidato anch’esso la massimo storico mentre la posizione finanziaria netta è migliorata di 32,9 milioni rispetto al 31 dicembre 2014”.