A febbraio fiducia degli investitori di State Street in calo di 8,9 punti

24 Febbraio 2021, di Redazione Wall Street Italia

A febbraio l’indice Investor Confidence di State Street  che misura la fiducia degli investitori a livello globale, è sceso a quota 91,9, in calo rispetto alle rilevazioni revised di gennaio che si attestavano a 100,8 punti. La flessione è stata guidata principalmente dal declino della fiducia in Europa e in Asia, che hanno perso rispettivamente 16,6 punti, attestandosi a quota 78,1, e 17,5 punti, a quota 98,2. L’ICI nordamericano ha riportato un leggero calo, perdendo 2,8 punti, a quota 93,3.

“A febbraio il Global Investor Confidence Index ha registrato una flessione di 8,9 punti, trainato principalmente da un forte calo della propensione al rischio da parte degli investitori istituzionali europei e asiatici”, ha dichiarato Rajeev Bhargava, responsabile Investor Behavior Research di State Street Associates.

“La campagna vaccinale che procede a un ritmo più lento del previsto, insieme alle maggiori incertezze derivanti dalla diffusione di nuove varianti del virus, sta generando nuovi timori relativi alla crescita, soprattutto in Europa, dove le previsioni di crescita ufficiali sono state recentemente riviste al ribasso. L’Asia invece continua a registrare una forte ripresa dell’attività economica, grazie alla solidità delle esportazioni, ma le preoccupazioni per l’inasprimento delle condizioni creditizie in Cina potrebbe aver smorzato l’entusiasmo per la regione, come si nota dal calo del sentiment espresso dagli investitori istituzionali questo mese”.