NASDAQ: E’ RECORD NEGATIVO PER IL 2000

23 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il tabellone elettronico arriva in chiusura toccando il valore minimo dell’intero anno. Il precedente record negativo risale al 14 aprile scorso, quando il Nasdaq termino’ la seduta a quota 3.321. L’indice dei tecnologici sta attraversando un periodo terribile di mercato Orso: ha perso il 37% dai massimi del 10 marzo.

In rosso tutti gli altri principali indici di borsa.

Il Nasdaq ha chiuso a 3.164,29 (-5,94%), il Dow Jones ha chiuso a 10.422,27 (-1,14%), lo S&P 500 a 1.373,82 (-1,92%) e il Russell 2000 a 459,01 (-2,68%).

Sono stati i titoli tecnologici, ancora in odore di sopravvalutazione, a guidare la classifica delle perdite.

Gli investitori temono che ulteriori strette sul costo del denaro riducano gli investimenti in nuove tecnologie, minando le prospettive di utili del comparto.

Dalla scorsa settimana, quando la Federal Reserve ha portato i tassi d’interesse interbancario al 6,5% con un aumento di mezzo punto percentuale, il Nasdaq ha bruciato l’11% del valore e tra gli operatori c’e’ chi e’ pronto a scommettere che non si sia ancora toccato il fondo.

In assenza di dati economici che possano aiutare nella comprensione delle prossime mosse della Fed, a Wall Street si scontrano due scuole di pensiero: chi pensa che la ‘cura da cavallo’ imposta dal presidente della Fed, Alan Greenspan, abbia raffreddato a sufficienza la corsa dell’economia americana, e chi vede all’orizzonte pressioni inflazionistiche sufficienti a giustificare una nuova stretta sui tassi a giugno.(vedi “La cura da cavallo di Alan Greenspan” nella rubrica L’Opinione e “L’inflazione aumentera’ nonostante la stretta” nella rubrica Analyze This! sulla prima pagina di WSI)

La giornata di contrattazioni e’ stata caratterizzata da un basso volume di scambi e da un alto tasso di volatilita’. Neppure i cacciatori d’occasioni si sono fatti avanti sul finale per approfittare dei prezzi da saldo di molti titoli di qualita’.

Gli ordini di vendita sono piovuti indiscriminatamente sui listini con poche eccezioni: rimbalzi da fusione e manovre speculative.

Tra i settori piu’ penalizzati oltre all’high-tech, auto, telecomunicazioni, utenze, cartario e materiali da costruzione.

In controtendenza hanno fatto modesti passi avanti linee aeree, editoria e alimentare.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi sulla borsa di New York:

Nel settore alimentare, Bestfoods (BFO) ha avviato le trattative per la fusione con Diageo, una societa’ del settore dei prodotti da forno. Secondo fonti vicine alle trattative, questa sarebbe una manovra per cercare di alzare il prezzo offerto da Unilever: $18,1 miliardi in contanti, pari a $66 ad azione. Il titolo Bestfoods ha perso a fine giornata il 2%.(vedi articolo WSI delle 08:10)

Nel settore dell’elettronica, l’olandese Philips Electronics NV (PHG) ha perso poco piu’dell’ 1% dopo aver annunciato l’acquisizione dell’americana MedQuist Inc (MEDQ), una societa’ di elettronica per il settore medico, per $1,2 miliardi.(vedi articolo WSI delle 08:35)

Nel settore delle fibre ottiche, Global Crossing (GBLX) ha deciso di trascinare in tribunale Tyco International (TYC) e chiedere un risarcimento di oltre $1 miliardo. Il contenzioso e’ nato sulla base di presunte violazioni degli accordi relativi a una commessa per l’installazione di fibre ottiche sul fondale marino. Il titolo Global Crossing ha perso il 14%, mentre Tyco ha segnato un calo del 4%.(vedi articolo WSI delle 09:00)

Nel settore dell’editoria, Time Warner Inc. (TWX) e Microsoft Corp. (MSFT) si lanciano a capofitto nel mercato dell’editoria elettronica con due progetti destinati a dare impulso ai nuovi gadget elettronici che consentono di memorizzare in un microchip il contenuto di un’intera libreria. In fine di seduta, il titolo Time Warner ha chiuso con un ribasso del 2,5%, mentre Microsoft ha perso l’ 1%.(vedi articolo WSI delle 09:36)

Nel settore dei microprocessori per PC, Intel (INTC) ha perso quasi il 7%. Questa mattina Bear Sterns ne ha confermato il rating a quota “Buy” e ne ha aumentato le aspettative sugli utili del secondo trimestre.

Nel settore informatico, Compaq (CPQ) ha invertito la tendenza e ha chiuso con un ribasso dell’ 1% dopo che Merrill Lynch ne ha confermato il rating a quota “Accumulate”. La banca d’affari ritiene che la societa’ possa allinearsi alle sue aspettative su utili di 21 centesimi per azione.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli più trattati al New York Stock Exchange (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(TYC) Tyco International Ltd. 18,224,600 42.188 -1.813 -4.12%;

(T) AT&T Corp. 15,493,600 35.000 -1.313 -3.61%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 12,761,100 26.625 -0.313 -1.16%;

(NOK) Nokia Corporation 10,603,300 45.625 -2.625 -5.44%;

(GE) General Electric Company 10,542,900 49.438 -0.563 -1.13%;

(LU) Lucent Technologies Inc. 9,115,200 55.000 +0.500 +0.92%;

(AOL) America Online, Inc. 8,596,100 50.375 -1.625 -3.13%;

(MO) Philip Morris Companies Inc. 7,946,400 27.438 +0.063 +0.23%;

(GM) General Motors Corporation 7,667,400 75.000 -3.000 -3.85%;

(NT) Nortel Networks Corporation 7,054,700 48.625 -3.000 -5.81%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli più trattati al Nasdaq (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 61,999,300 51.125 -4.125 -7.47%;

(ORCL) Oracle Corporation 27,260,500 63.063 -4.750 -7.00%;

(MSFT) Microsoft Corporation 27,153,800 63.500 -0.688 -1.07%;

(INTC) Intel Corporation 23,197,900 110.406 -7.969 -6.73%;

(GBLX) Global Crossing Ltd. 20,314,800 24.063 -3.969 -14.16%;

(SUNW) Sun Microsystems, Inc. 19,712,600 72.625 -7.250 -9.08%;

(AMAT) Applied Materials, Inc. 19,365,500 72.000 -7.313 -9.22%;

(QCOM) QUALCOMM Incorporated 17,113,900 80.250 -8.188 -9.26%;

(WCOM) WorldCom, Inc. 17,159,300 36.625 -1.563 -4.09%;

(ERICY) Ericsson 14,894,700 18.125 -0.563 -3.01%.