Napolitano a Renzi: “No tagli immotivati”

26 Marzo 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – ”Ritengo ci sia una grossissima questione: il passaggio da tagli che abbiamo conosciuto assolutamente immotivati” a tagli ragionati in base ”a un nuovo ordine di priorità”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in visita all’ANSA in occasione dell’anteprima del nuovo sito dell’agenzia. Parole condivise dal premier, Mattero Renzi: ‘Un principio sacrosanto’ quello enunciato dal Capo dello Stato.

Per Napolitano, il tema dei tagli alla spesa pubblica è assai rilevante e va affrontato con una ratio diversa dal passato. Quando, ha spiegato, ci sono stati ”tagli assolutamente immotivati, che non richiedevano quasi motivazione”. Erano tagli e basta – ha detto Napolitano – sulla base di percentuali e di parametri, indipendentemente da quello che c’era dietro ai numeri”.

Quindi ”la questione è grossa perchè non c’è segmento di spesa pubblica che non abbia in sè interessi fondamentali, interessi non fondamentali, particolari o generali. E’ un coacervo sul quale la Spending dovrebbe intervenire con capacità selettiva”.

La spending review, ha insistito il Presidente della Repubblica, deve intervenire ”con capacità selettiva, il che però presuppone discorsi che ancora assai poco vengono fatti”. Bisogna considerare ”quali sono le presenze realmente essenziali per l’interesse nazionale”

Napolitano è intervenuto anche sul tema delle riforme: ”Si tratta di vedere se stiamo uscendo da vari tunnel – ha rilevato -. Tunnel di discussioni ripetitive e inconcludenti sulle riforme, sulla riorganizzazione del Paese”. (ANSA)