Mutui: “Domanda migliora, ma nessun impatto sui prezzi”

7 Giugno 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – “Con la dovuta cautela possiamo senz’altro dire che le dinamiche delle richieste e dell’erogato mutui registrano una importante crescita anche quest’anno ed evidenziano una inversione di tendenza che sta impattando sulle compravendite immobiliari, anche se non ancora sui prezzi”.

Così Gabriele Piccini, Country Chairman Italy di Unicredit e Presidente dell’Advisory Board Italia, in un’intervista a MutuiperlaCasa.com, secondo cui nella Legge di Stabilità 2016, la più importante novità è senz’altro quella che consente l’applicazione dei benefici fiscali “prima casa” anche in caso di sostituzione dell’abitazione. “Si tratta di una norma molto importante se si pensa che in Italia un terzo delle compravendite è di sostituzione”.

Parlando dei mutui e di un mercato immobiliare in ripresa, Piccini ha spiegato che i picchi nelle richieste di mutuo si registrano “In genere il secondo e quarto trimestre dell’anno sono quelli in cui le richieste di mutuo registrano i numeri più elevati. Si tratta degli stessi trimestri in cui anche il numero delle compravendite evidenzia i valori più elevati”.

Confermata infine l’importanza dei comparatori finanziari, ovvero siti Internet che offrono un servizio di supporto gli utenti per trovare tra le diverse offerte bancarie, il mutuo immobiliare più adatto alle loro esigenze.

“Sicuramente i comparatori hanno rappresentato uno stimolo per la trasparenza e la concorrenza delle condizioni, non solo nel settore dei mutui. Costituiscono senz’altro una importante vetrina per una banca che dispone di una gamma articolata e competitiva” ha detto, aggiungendo che siano un valido strumento per indirizzare i consumatori a trovare la soluzione giusta “se alimentati con tutte le informazioni utili in modo semplice e trasparente”.

Fonte: Mutuiperlacasa