Musk: persi 7 miliardi in un giorno, ma resta il più ricco al mondo

21 Settembre 2021, di Alberto Battaglia

I timori sul possibile default del colosso immobiliare cinese Evergrande hanno colpito, insieme alle Borse internazionali, anche i patrimoni degli uomini più ricchi al mondo; a partire dal primo in classifica, Elon Musk, che aveva riconquistato la vetta circa una settimana fa.

Per il ceo di Tesla la giornata di ieri è costata un calo nel patrimonio netto da 7,15 miliardi di dollari, secondo i dati del Bloomberg Billionaire Index. E’ un impatto direttamente collegato alla performance del titolo Tesla, che ieri ha registrato un ribasso del -3,8%, complici alcuni dubbi sulla sicurezza del suo sistema di guida assistita espressi dal capo del National Transportation Safety Board, Jennifer Homendy. L’Ntsb starebbe incoraggiando le agenzie statali e federali responsabili della sicurezza del traffico ad “affrontare proattivamente i potenziali futuri incidenti emettendo regolamenti, standard di prestazioni volti a salvare vite”, aveva scritto ieri il Wall Street Journal. Nella stessa giornata (20 settembre) l’S&P ha perso l’1,7%, registrando così la peggiore seduta dallo scorso maggio.

 

Anche Jeff Bezos ha subito una limatura al patrimonio da 5,6 miliardi di dollari, assottigliando però a circa 4 miliardi di dollari il divario che lo divide da Musk. Nessuno, fra i miliardari della top 10 è riuscito a evitare perdite nella giornata di ieri; con una perdita di “soli” 701 milioni di dollari è stato Warren Buffett ad uscire meno colpito nella giornata segnata dal caso Evergrande.

La classifica degli uomini più ricchi al mondo continua a presentare due caratteristiche ben precise: il settore tecnologico, che riguarda otto miliardari sui primi dieci, e la nazionalità statunitense. L’unica eccezione è costituita da Bernard Arnauld, patron della holding del lusso Lvmh. Da inizio anno è stato proprio Arnauld ad aver accresciuto maggiormente il proprio patrimonio (quantomeno nelle prime dieci posizioni) con oltre 43 miliardi di dollari in più.
Seguono i due fondatori di Google, Larry Page e Sergey Brin (+41,3 e +39,5 miliardi di dollari).
Il primo italiano? E’ Giovanni Ferrero (e famiglia) la cui ricchezza è stimata a 33,9 miliardi di dollari ed è la 38esima in graduatoria.