Morgan Stanley: corsa Wall Street non è finita, Europa al palo

10 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Nonostante l’ondata odierna di vendite che sta colpendo il mercato americano, gli analisti di Morgan Stanley restano positivi sul futuro di Wall Street. A ribadirlo è il direttore finanziario della banca americana, Ruth Porath, durante un’intervista alla Cnbc.

Porath contesta la tesi secondo cui l’andamento degli utili dello S&P 500 suggerirebbe un rallentamento della Borsa; tale tesi secondo l’esperto riflette le revisioni al ribasso degli utili delle società che operano nel settore petrolifero o che sono legate allo stesso, ma non incorpora ancora lo stacco dei dividendi.

“Quello che il mercato non ha ancora incorporato è lo stacco di dividendi delle società oil, che darà nuova benzina al mercato”, ha detto Porath.

Discorso diverso invece per l’Europa, dove nonostante il lancio del QE della Bce, i mercati continueranno a sentire il peso della crescita lenta (le stime per quest’anno sono di un Pil in progresso dell’1%).

Prospettive positive sono intraviste invece per il Giappone sulla scia dei dividendi del settore petrolifero e delle riforme portate avanti dal primo ministro Shinzo Abe. (mt)