Milano in corsa con Europa, bene dati macro UE

22 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Prosegue in rialzo la seduta di Piazza Affari dopo aver invertito rotta a metà mattinata, in una seduta interlocutoria alla vigilia dei risultati degli stress test sulle principali banche europee. Toniche inoltre le altre borse europee, sostenute anche dai dati sugli indici PMI dei paesi della Zona Euro, migliori del previsto. Segnali positivi giungono intanto dai derivati statunitensi, dopo lo scivolone di ieri, in scia alle parole del presidente della Fed, Bernanke, che ha dipinto un outlook economico “inusualmente incerto”. Sul mercato valutario, l’euro consolida il recupero nei confronti del biglietto verde scambiando a 1,284 dollari. L’agenda macroeconomica prevede la diffusione nel pomeriggio, delle statistiche Usa sulle vendite di case esistenti ed il leading indicator, oltre al consueto aggiornamento sulle richieste settimanali di sussidio alla disoccupazione. Continua la ripresa dei prezzi del greggio con le quotazioni sul filo dei 77 dollari al barile. Tra gli indici milanesi, il FTSE IT All-Share guadagna l’1,63% mentre il FTSE MIB sale dell’1,71%. Segnali positivi giugnono anche dai derivati statunitensi, in attesa oggi delle trimestrali di Microsoft, 3M e American Express. Corre Fiat grazie ai buoni risultati annunciati ieri, alla conferma sullo spinoff, oltre ai vari upgrade giunti oggi da alcuni broker. Tonica Mediaset che beneficia dell’upgrade a neutral da sell deciso da Goldman Sachs. Banche in recupero. Fra gli assicurativi, resta in luce Unipol. Si rafforza Prysmian forte delle parole dell’AD, Valerio Battista, che ha parlato di primi segnali di ripresa. Petroliferi in fiamme, con Eni che sovraperforma l’intero settore oil europeo. Sempre nell’energia, positiva Edison in attesa dei risultati semestrali domani. Sul completo, prosegue la discesa di Risanamento che riunisce oggi il Cda per una serie di valutazioni sull’area di Santa Giulia dopo il recente sequestro.