Malattie: il bambino che non riesce a smettere di sorridere

5 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Una rara malattia genetica, chiamata sindrome di Angelman, ha colpito un ragazzo inglese di due anni, Ollie Petherick, proveniente da Devizies nel Wiltshire, a sud ovest dell’Inghilterra.

Il Daily Mail riporta come si tratti di una malattia cromosomica che causa gravi difficoltà di apprendimento e lascia un sorriso permanente sul volto. I malati presentano un contegno felice, sono spesso sorridenti e tendono ad essere facilmente eccitati.

La condizione è talmente rara che meno di 1.000 casi sono stati segnalati nel Regno Unito.

La madre di Ollie, Annie Campbell, ha detto: “Il suo sorriso rende tutto più semplice, non manca mai di tirarmi su di morale, è fantastico. Quello che un genitore vuole è che il proprio figlio sia felice e lui lo è, sempre”-

La signora Campbell, che ha lasciato il proprio lavoro per dedicarsi completamente al figlio, ha scoperto che aveva questa rara malattia quando si è accorta che il piccolo non riusciva a concentrarsi: “Aveva sei mesi quando mi sono accorta che per certe cose non era ancora cresciuto. Una sera ho trascorso alcune ore cercando di fargli seguire i movimenti delle mie dita, senza successo. Mi sono preoccupata e l’ho portato subito al Pronto Soccorso”.

Pensando al futuro del ragazzo, la madre ha poi concluso: “Quando crescerà, non sarà in grado di parlare o camminare normalmente, e questa è una cosa triste. Mi preoccupa, chissà poi quando sarà veramente triste cosa accadrà. Ma vivo alla giornata e al momento mi godo il suo sorriso”.