Lotteria scontrini, oggi seconda estrazione. Come scoprire se si è tra i vincitori

8 Aprile 2021, di Mariangela Tessa

Mentre continuano gli attacchi da parte di Fratelli d’Italia al piano Cashless del governo finalizzato alla lotta all’evasione, oggi 8 aprile alle ore 13 è prevista la seconda estrazione della Lotteria degli scontrini.

In palio ci sono 10 premi da 100mila euro per i consumatori e altri 10 premi da 20mila euro per gli esercenti che hanno emesso lo scontrino. La prima, nel marzo scorso, aveva visto una vittoria netta delle regioni del centro-nord alle quali erano andati 10 premi da 100 mila euro (oltre ad altrettanti da 20 mila euro riservati agli esercenti).

Da giugno si aggiungeranno le estrazioni settimanali che distribuiranno ogni settimana 15 premi da 25.000 euro per chi compra e 15 premi da 5.000 euro per chi vende.
A inizio del prossimo anno si terrà la prima estrazione annuale che premierà uno degli acquisti effettuati dal 1° febbraio al 31 dicembre 2021 assegnando 5 milioni di euro a un acquirente e 1 milione di euro a un esercente.

Lotteria scontrini, come scoprire se si è tra i vincitori

Accendendo alla propria area riservata, dal sito Lotteria degli scontrini, agli acquirenti e agli esercenti sarà visualizzato, in caso di vincita, un messaggio che rimarrà visibile fino al momento del ritiro del premio o fino al termine dei 90 giorni utili per reclamarlo. In ogni caso l’Agenzia Dogane Monopoli notificherà ufficialmente la vincita tramite una raccomandata o una PEC.

Che cosa è la lotteria degli scontrini

La Lotteria degli scontrini è la “riffa” di Stato collegata al programma Cashless. Si tratta di una specie di estrazione a premi alla quale partecipano i cittadini che, al momento dell’acquisto, hanno comunicato al commerciante il proprio codice.

Ogni euro speso viene associato a un biglietto virtuale per partecipare alla lotteria (fino a un massimo di 1.000 biglietti).

Non possono partecipare alla lotteria gli acquisti in contanti, gli acquisti online, quelli per i quali si emette fattura e quelli per i quali il cliente fornisce all’esercente il proprio codice fiscale o tessera sanitaria a fini di detrazione o deduzione fiscale.