La cinese Dalian Wanda sull’orlo del crac: in ballo anche il calcio italiano

5 Gennaio 2018, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) –  I cinesi della Dalian Wanda sull’orlo del fallimento. La conglomerata di Wang Jianlin, terzo uomo più ricco della Cina, è la più grande società di real estate cinese ed è anche il primo gruppo mondiale per la distribuzione cinematografica e che ha effettuato investimenti anche nel calcio.

La Dalian Wanda possiede il 20% dell’Atletico Madrid ed è proprietaria della svizzera Infront che controlla, tra le altre cose, i diritti tv della Lega Calcio, i diritti televisivi della Coppa del mondo di sci, lo sponsoring di Milan, Inter, Lazio, fino alle gare di triathlon in tutto il mondo del circuito Ironman.

E non solo sport. La Wanda è proprietaria anche del Cirque du Soleil e dei villaggi del Club Med e ha un peso non da poco anche nell’industria cinematografica controllando gli studios Legendary Pictures, le catene di cinema americane Amc Entertainment, Carmike Cinema e le catene di cinema europee Odeon, Uci Cinema e Nordic cinema.

I debiti sono arrivati dopo che il governo cinese ha deciso di varare nuove regole per goli investimenti allestero introducendo limiti, e divieti al fine di ridurre lindebitamento del sistema bancario del Sol Levante. Da qui sono iniziati i guai per la conglomerata che sta valutando così di  operare una profonda ristrutturazione interna sia per ridurre il proprio indebitamento che per tornare alle attività “core”, ossia quelle del comparto immobiliare.

Tra le varie opzioni al vaglio anche la quotazione del business sportivo, in particolare di Infront Sports & Media e World Triathlon. Improbabile, invece, l’IPO del 20% dell’Atletico Madrid.