La casa al primo posto tra i motivi per chiedere un prestito

19 Febbraio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Complici i bonus fiscali, la ristrutturazione della casa resta saldamente in testa alla classifica dei motivi che spingono gli italiani a chiedere un prestito. Lo rivela l’ultima edizione dell’Osservatorio di PrestitiOnline.it, il sito di comparazione di prodotti di credito al consumo in Italia che fa capo al Gruppo Mutui Online, da cui emerge che nel mese di gennaio i prestiti per i lavori in casa si attestavano al 34,7%, seguiti da quelli per l’acquisto di un’auto usata (25,1%).

Dalla stessa analisi emerge che nel primo mese dell’anno la durata più erogata dei finanziamenti è stata di 60 mesi (19,7%), seguita da quella a 48 mesi (16,4%) e quindi da quella a 36 mesi (16,1%). L’importo medio dei prestiti erogati si è invece attestato a 12.298 euro, in lieve aumento rispetto a quello del secondo semestre del 2014 (10.938 euro). Il 31,8% dei prestiti erogati ha riguardato un importo compreso tra i 5 e i 10 mila euro.

Per quanto riguarda le aree geografiche l’erogazione dei prestiti è risultata, rispetto alle precedenti rilevazioni, in lieve calo nel Nord Italia, in cui si è attestata intorno al 38,1%, e al Sud e nelle Isole (37,7%), in leggero aumento, invece, al Centro dove si è risultata intorno al 24,2%.

Infine, il 38,5% dei prestiti è stato erogato alla fascia d’età 36-45 anni, il 25,6% alla fascia 46-55 anni e il 21,5% alla fascia 26-35 anni. (mt)