ITALGAS: ACCORDO CON LA MUNICIPALIZZATA DI NAPOLI

11 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

(la notizia si riferisce alle 12.30 ora italiana)

Il presidente di Italgas Piero Mallardi, e il sindaco di Napoli Antonio Bassolino hanno firmato l’accordo per la costituzione di una società mista per la gestione dei servizi pubblici di distribuzione gas e acqua “con il compito di sintetizzare operativamente le capacità dell’Arin (100% Comune di Napoli) e di Napoletanagas (78,18% Italgas)”.

La società, al 55,4% del Comune di Napoli e per il restante 44,6% di Italgas, controllerà il 100% dell’Arin e il 51% di Napoletanagas.

La società così composta si colloca tra i primi operatori multi-utilities a livello nazionale, con un fatturato di circa 500 miliardi lire, oltre 600 mila clienti e 4 milioni di abitanti serviti.

Italgas con questa intesa realizza ora un’importante tappa nella politica di alleanze che si era prefissa. In vista analoghe intese anche con altri grandi Comuni italiani, a partire da Torino.

Al Comune di Napoli è affidato il compito strategico di indirizzo e controllo; a Italgas la responsabilità della gestione delle attività. E’ inoltre previsto l’ampliamento dell’attività ad altri servizi di pubblico interesse.

Il capitale sociale della nuova società mista sarà “dell’ordine di 80-100 miliardi, ma il valore, nel suo insieme, dopo la quotazione in Borsa, potrà raggiungere i mille miliardi”.