IPO EUROPEE: IL DEBUTTO DELLE FRANCESI

25 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

E’ soprattutto francese il calendario delle prossime matricole europee.

Il 28 giugno arriva al Nouveau Marché parigino la società Ib Group, specialista nelle forniture di infrastrutture Internet alle grandi aziende.

Le azioni saranno vendute ad un prezzo unitario di 21,8-24,9 euro con una valorizzazione di di circa 275 milioni di euro, due volte il suo giro d’affari.

Nel ’99 il fatturato di Ib Group è stato di 776 milioni di franchi, utile netto 51 milioni (circa 150 miliardi di lire).

Il 29 giugno, al secondo mercato di Parigi debutta Altedia, società specializzata nella consulenza sulle risorse umane e nella comunicazione.

Fondata nel ’92 la società porterà in borsa il 27% del capitale per un controvalore di 25 milioni di euro. Nel ’99 ha realizzato un giro d’affari di di 40 milioni di euro e nei prossimi tre anni prevede di moltiplicare il fatturato di due volte e mezzo.

Sul mercato saranno collocati 1,5 milioni di titoli, il 90% sotto forma di collocamento garantito guidato dal Credit Lyonnais. Il prezzo di Altedia sarà compreso tra i 15,5 e i 17,5 euro.

Il 6 luglio arriverà invece al Nouveau Marché, sempre di Parigi, Aufeminin.

Si tratta di un portale per il pubblico femminile aperto nel settembre ’99 che si considera il principale del settore con una corrispondenza spagnola recentemente aperta: la “enfemenino.com”.

La società francese porterà in borsa 2,6 milioni di azioni ad un prezzo compreso tra 11,3 e 11,9 euro. Anche se l’organo di controllo della Borsa di Parigi ha segnalato alcune anomalie come la mancanza di dati di bilancio storici, il giro d’affari al 31 marzo 2000 è di 1,17 milioni di franchi francesi (circa 3 miliardi di lire italiane), ma con una perdita sei volte superiore.

Sullo stesso listino parigino, e sempre per il 6 luglio, è anche previsto l’ingresso di Capital Events agenzia di comunicazione di eventi speciali pubblici e privati, congressi, lancio di nuovi prodotti e seminari.

La società, che con l’aumento di capitale conta di raccogliere 15,24 milioni di euro, offrirà al pubblico tra gli 1,8 e i 2,08 milioni di azioni. Il prezzo avrà una forchetta compresa tra 8,4 e 9,7 euro.

Il 7 luglio giungerà invece al secondo mercato francese Tredi. Si tratta della filiale per il trattamento dei rifiuti industriali dell’impresa pubblica Emc.

Il collocamento del 28,5% del capitale avverrà ad un prezzo variabile tra 23,6 – 26,6 euro.

Mentre ha già riscosso un buon successo l’offerta pubblica di vendita a prezzo fisso delle azioni Camaieu, catena di distribuzione del pret-a-porter specialista nella moda per la donna dai 20 ai 40 anni.

Le richieste sono state tre volte superiori all’offerta. L’azione ha chiuso la sua prima settimana di trattative a 18,05 euro con un +7,5% rispetto al collocamento.

Bisognerà invece aspettare fino al 12 luglio per lo sbarco in borsa di Vivendi Environnement
la società che raggruppa i servizi ambientali di Vivendi.

Ma oggi è stata comunicata la forchetta della quotazione, tra i 36 e i 41 euro per azione, mentre il prezzo ufficiale sarà reso noto l’11 luglio. Il flottante dovrebbe raggiungere il 40% del capitale.

Vivendi Environnement ha un volume d’affari di 21,4 miliardi di euro.