Intel, utili e outlook oltre attese

14 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La “earning season” in America sembra essere partita con il piede giusto. Dopo i conti migliori delle attese annunciati dal colosso dell’alluminio Alcoa, che ha dato il via, come di consueto, alla stagione delle trimestrali, a sorprendere positivamente il mercato è stata questa notte Intel. Il colosso dell’elettronica, ha fatto il suo ritorno in utile nel secondo trimestre alzando anche la guidance per il prossimo trimestre. Il periodo si è chiuso con un utile netto di 2,9 miliardi di dollari, pari a 51 cent per azione, rispetto alla perdita di 398 milioni di dollari, (7 cent per azione) dello stesso periodo dell’anno precedente, che incorporava una multa della Commissione europea di 1,4 miliardi di dollari. Le attese degli analisti erano per un EPS di 43 cent. Il fatturato è stato pari a 10,77 miliardi in deciso aumento se confrontato con gli 8,02 miliardi del secondo trimestre del 2009 ed i 10,25 miliardi indicati dal consensus. Per il trimestre in corso, Intel prevede un giro d’affari compreso tra 11,2-12 miliardi di dollari ben oltre i 10,9 miliardi stimati dal mercato ed una marginalità del 67%.