In vacanza con la consulenza finanziaria. Alla scoperta del Veneto

8 Settembre 2022, di Valentina Magri

La consulenza finanziaria non va in vacanza. Ma i consulenti finanziari, ogni tanto, sì. Ecco perché ci siamo fatti raccontare da loro le bellezze e le particolarità della regione dove vivono. Perché notoriamente, i “locali” sanno sempre consigliare i posti migliori dove andare e mangiare. In questa puntata della nuova rubrica estiva parliamo del Veneto, dove ci accompagna Fabio Menon, amministratore unico di Archeide, società di consulenza finanziaria indipendente.

Quali posti consiglia di visitare?

Il Veneto è la regione italiana più visitata da turisti di tutto mondo. Ovviamente la sola presenza di Venezia giustifica questi risultati. Ma non c’è solamente questa unica meraviglia. Non è semplice fare un elenco dei luoghi da visitare perché sono davvero molti, diversi e sorprendenti.
Tralasciando Venezia, le sue isole (Murano, Burano e Torcello) e tutta la laguna che non hanno bisogno di presentazione, in Veneto puoi passare dal mare alla montagna, dalla collina ai laghi in pochissimo tempo con la tua automobile.
Imperdibili sono le nostre Dolomiti, sia d’estate, ma soprattutto in inverno con i loro colori mozzafiato.
Segnalo anche Verona patrimonio dell’Unesco, Padova e le sue ville Palladiane sulla riviera del Brenta, Treviso con le sue vie d’acqua e le adiacenti colline del Prosecco, tutte città d’arte imperdibili per la loro bellezza.
E poi ancora, Asolo, i colli Euganei, Bassano del Grappa, il delta del Po per gli appassionati della natura.

Dove suggerisce di mangiare?

Come in quasi tutta l’Italia, anche in Veneto c’è l’imbarazzo della scelta per trovare un buon cibo. Chi viene per la prima volta nella nostra regione non può fare a meno di assaggiare:

  • Baccalà alla vicentina: i ristoranti aderenti alla confraternita del baccalà di Sandrigo (Vicenza), vi assicurano l’originalità di questo piatto. Ottima la “trattoria Zamboni” sui colli berici;
  • Sarde in saor, un tipico piatto che contiene tutta la storia di Venezia, tra mare e contaminazioni gastronomiche. Quasi tutti i “bacari” veneziani le fanno;
  • Bigoli all’anatra;
  • Tiramisù, che è stato inventato proprio a Treviso.

Per mangiare il pesce consiglierei “Locanda la Candola”, già “Osteria da Chichibio” nelle colline del trevigiano, con vista mozzafiato sulla pianura.
Molto intima è una cena al “Cae de Oro“, in centro storico a Treviso, dove puoi mangiare piatti tipici locali di buona qualità a prezzi onesti.
Una spettacolare pizza, unica per la sua fragranza e la sua digeribilità, si trova da Equilibri, dello chef Davide Croce.
Infine, non puoi fare a meno di una sosta al Sanbrite di Cortina d’Ampezzo, dove natura e sapori trovano l’eccellenza.

In quali locali vale la pena andare?

Jesolo Lido è la patria della movida per i giovani. I locali sono molti e di vario genere. Molto bella è la Terrazza Mare al faro.

Come consiglia di arrivare?

Visitare le Dolomiti in sella a una moto non ha prezzo, così come anche noleggiare una barchetta per fare un giro in laguna. Viaggiare nei periodi di vacanza non è semplice. Molte code si formano verso la montagna e verso le vie del mare. Fra tutti la peggiore è la strada che porta a Jesolo, che per la quasi totalità della giornata è intasata. Motivo per cui, per chi può permetterselo, viaggiare in moto è consigliatissimo.

Dove consiglia di andare alle famiglie con figli?

Su tutti Gardaland, se avete pazienza e non odiate le code.