In vacanza con la consulenza finanziaria. Alla scoperta del Piemonte

6 Settembre 2022, di Valentina Magri

La consulenza finanziaria non va in vacanza. Ma i consulenti finanziari, ogni tanto, sì. Ecco perché ci siamo fatti raccontare da loro le bellezze e le particolarità della regione dove vivono. Perché notoriamente, i “locali” sanno sempre consigliare i posti migliori dove andare e mangiare. In questa puntata della nuova rubrica estiva parliamo del Piemonte, dove ci accompagna Maria Carrano, consulente finanziaria e patrimoniale indipendente presso Affari Miei Società di Consulenza Finanziaria (SCF).

Quali posti consiglia di visitare?

Il Piemonte è una regione che offre tantissimo: laghi, castelli, montagne, dimore storiche, fortezze, campagna, buon cibo e buon bere. Pur non essendo la mia regione di origine, in quanto sono nata e cresciuta in Costiera Amalfitana, ho amato da subito questo posto per la varietà e la bellezza del suo patrimonio culturale, artistico e paesaggistico che offre. Sono tantissimi i luoghi da scoprire e ammirare se si decide di trascorrere qui le vacanze, e difficilmente si riuscirà in poche righe ad elencarli tutti.

Partirei subito con la lista, molto lunga, di posti da visitare. Per chi sceglie di trascorrere le proprie vacanze in città, allora non può perdersi assolutamente la visita di Torino, città in cui io stessa vivo. Il capoluogo piemontese è ricchissimo di storia ed arte. A Torino le tappe obbligate sono:

  • il Museo Egizio;
  • la Mole Antonelliana, sede del Museo del Cinema;
  • la cappella della Sindone;
  • il parco del Valentino con il suo borgo Medievale;
  • il monte dei Cappuccini, da cui godere di una vista mozzafiato sulla città;
  • la Basilica di Superga, che si può raggiungere grazie a una storica e caratteristica cremagliera;
  • le tante e bellissime piazze, come Piazza Castello e Piazza Vittorio.

Dirigendosi non molto lontano da Torino, sarà possibile ammirare castelli e dimore storiche: da non perdere la Reggia di Venaria con il suo immenso parco e la Palazzina di caccia di Stupinigi.

Ad Avigliana, all’imbocco della Valle di Susa, è possibile ammirare la Sacra di San Michele, il monastero che ha ispirato Umberto Eco nella scritta del suo romanzo capolavoro “Il nome della rosa”.

Per gli amanti del laghi, raccomando di visitare il lago Maggiore e in particolare le Isole Borromee (Isola Madre, Isola Bella ed Isola dei Pescatori). In particolare, sull’Isola Bella e sull’Isola Madre si possono ammirare palazzi storici con splendidi saloni decorati, dipinti e dei magnifici giardini botanici circondati da un panorama incantevole. Dei gioielli incastonati da non perdere assolutamente. Sempre se amate i laghi per trascorrere le vostre vacanze, vi consiglio una visita al Lago D’Orta, con la sua isoletta di Orta San Giulio, davvero molto caratteristica.

Se siete amanti del turismo eno-gastronomico, sappiate che il Piemonte è in cima alla lista dei posti dove gustare il meglio che la tradizione italiana può offrire. Alba, Barolo, Dogliani, Neive, Guarene, La Morra, Barbaresco, Grinzane Cavour, Monforte d’Alba sono solo alcuni dei nomi di piccole cittadine e borghi da visitare assolutamente. Qui è possibile assaporare i piatti tipici piemontesi come il tartufo, il vino, la fassona piemontese, la pasta fresca fatta a mano.

Agli appassionati della montagna, non posso che raccomandare la visita di Sestriere, Bardonecchia e Sauze d’Oulx e della Valle di Susa in generale. Tre perle delle nostre Alpi, da qui partono sentieri e seggiovie mozzafiato, con delle vedute che difficilmente si fanno dimenticare. Questi posti sono un vero e proprio paradiso per gli amanti della natura, dello sport all’aria aperta e del trekking.

Dove suggerisce di mangiare?

Sicuramente uno dei posti migliori dove mangiare in Piemonte sono le Langhe, conosciute in tutto il mondo per il vino, le nocciole, i tartufi e molte altre prelibatezze.

La ricerca e l’esaltazione di questi sapori si possono ritrovare nella cucina del ristorante Io e Luna situato a Guarene, Frazione Montebello. Il locale dispone di una magnifica terrazza panoramica a picco sui filari di viti e frutteti, da cui è possibile scorgere le dolci colline del Roero. Qui potrete gustare i piatti della tradizione piemontese come: il vitello tonnato, i tajarin, i ravioli del plin, l’albese, il tutto accompagnato dall’ottimo vino che lo chef Davide Odore e il suo staff sapranno consigliare. Da non perdere è anche la loro pasticceria artigianale, che saprà deliziare vista e palato.

Se, invece, preferite i sapori di montagna suggerisco una sosta al Bar Jouvenceaux in Frazione Jouvenceaux, 35 a Sauze d’Oulx. Si tratta di un bar e tabaccheria che però dispone anche di una cucina genuina e a chilometro zero. Da non lasciarsi scappare è sicuramente il loro tagliere misto di formaggi (è preferibile la prenotazione perché i formaggi sono freschissimi e tagliati al momento). Qui la cucina propone piatti della tradizione montana come polenta, carni varie, formaggi, salumi e verdure a chilometro zero.

In quali locali vale la pena andare?

Un’esperienza sicuramente da fare in Piemonte è la visita delle innumerevoli cantine presenti nel territorio delle Langhe, Roero e Monferrato, da cui nascono eccellenze vinicole famose in tutto il mondo: Barolo, Roero Arneis, Barbaresco, Nebbiolo, Dolcetto, Barbera.

Consiglio la visita alla cantina Deltetto (Corso Alba, 43 a Canale). La cantina ha una gestione familiare e produce vini e spumanti nel territorio delle Langhe e del Roero. Suggerisco di prenotare una visita e una degustazione durante la quale un membro della famiglia vi racconterà tutta la storia della loro cantina, le tecniche di produzione e vi guiderà in una fantastica degustazione di vini e prodotti locali.

Come consiglia di arrivare?

Torino è raggiungibile sia in aereo sia in treno. I mezzi di trasporto sono abbastanza efficienti (bus, tram, metro) e con gli autobus è possibile raggiungere agevolmente anche i monumenti situati fuori dal centro.

Alba è raggiungibile sia in treno che in autobus da Torino. Se invece si volessero visitare anche tutti gli altri paesini delle Langhe e del Roero, è preferibile noleggiare un’automobile, in quanto i collegamenti mediante autobus non sono molto frequenti.

Bardonecchia è raggiungibile facilmente da Torino con il treno, mentre Sestriere e Sauze d’Oulx sono raggiungibili mediante autobus in partenza dalla stazione ferroviaria di Oulx. In alternativa, l’automobile può dare per una maggiore libertà di movimento ed esplorazione delle varie frazioni.

Dove consiglia di andare alle famiglie con figli?

Sicuramente d’estate è la montagna ad offrire di più. Bardonecchia è a misura di bambino e offre tantissime attrazioni di intrattenimento e campi estivi, dove i bambini possono fare molte esperienze. Ci sono parchi avventura, pareti di arrampicata e percorsi naturalistici appositamente studiati per loro, dove approfondire la conoscenza della flora e della fauna montana.

Durante le serate estive si organizzano spettacoli teatrali per i più piccoli e attività ricreative a scopo ludico o educativo.