Impiegato Sicurezza Usa promuove guerra razziale

23 Agosto 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Nel Dipartimento della Sicurezza Interna degli Stati Uniti d’America vi è un impiegato che è pronto a scatenare una guerra mondiale tra le razze.

Il Southenr Povery Law Center riporta una storia che ha dell’incredibile se si pensa che il ruolo del Dipartimento di Sicurezza Interna è quello di proteggere il territorio degli Stati Uniti da attacchi terroristici e di rispondere in caso di disastri naturali.

Ayo Kimathi, il protagonista in questione, gestisce un sito chiamato “War On The Horizon” che, come tema principale, parla di un inevitabile scontro con la razza bianca. Kimathi è nero.

Nel portale sono contenute ripetute minacce contro la razza bianca e proposte che parlano di “black supremacy”, ovvero supremazia nera.

“L’unico modo per far sopravvivere la razza nera nel 21esimo secolo, è quello di eliminare tutti i bianchi”.

Inquietante. Kimathi parla anche di una cospirazione ai danni della popolazione nera a causa del tentativo dei bianchi di “omosessualizzarli”, rendendoli così più deboli.

Affronta anche il ruolo della donna nera il cui ruolo, a sua veduta, dovrebbe limitarsi unicamente a dare man forte all’uomo e aiutarelo a capire di cosa necessita e quindi renderlo felice.

Dal diretto interessato non sono arrivate dichiarazioni in merito, anche perchè è obbligato a non rilasciarne, ma sembra che il DHS americano stia prendendo provvedimenti.