Immagine Italia: per la Apple è “pizza, mafia, pasta e scooters”

16 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

Sta scatenando un putiferio la segnalazione di Iphoneitalia.com. L’applicazione «What Country» di Apple, sviluppata da Myw Production per iPhone, iPod e iPad, è una sequela di luoghi comuni. Uno di questi riguarda l’Italia: il nostro Paese è infatti identificato con «Pizza, mafia, pasta e scooters».

Dà un po’ fastidio, perché altre nazioni sono identificate in modo ben diverso: la Spagna da gente calorosa e paella; la Francia dalle piazze romantiche e dal vino; la Svizzera dalle banche e dalla cioccolata; gli Usa dal sogno americano e dall’hamburger; la Germania dalla birra, dalla disciplina e dalle autostrade.

MINISTRO – Il comitato di vigilanza sulla tv e sui media Osservatorio Antiplagio ha rivolto una lettera al ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla in cui «invita il ministro ad attivarsi a nome del governo italiano per chiedere spiegazioni alla Apple».

Anche perché l’approfondimento dell’applicazione recita: «La mafia in Italia è grande. Nessuna sorpresa! È nota come Cosa Nostra. Le altre sono la camorra e la ‘ndrangheta. La mafia italiana forse è meglio conosciuta per le sue tradizionali attività criminali, come l’estorsione e il racket della prostituzione. La mafia oggi in Italia, tuttavia è diventata molto più sofisticata e ha diversificato il suo portafoglio di attività criminali. La mafia in Italia costituisce una formidabile forza economica che rappresenta circa il 10% del Pil. Il fatturato annuo della mafia italiana è stimato intorno a 10 miliardi di euro». Certo, fa male sentirselo dire e vedere il proprio Paese identificato con la mafia, ma le notizie riportate sull’Italia non se le sono inventate.

Copyright © Corriere della Sera. All rights reserved