Illimity: nel secondo trimestre utili raddoppiati, da 5 a 10 mln di euro

4 Agosto 2020, di Redazione Wall Street Italia

Milano, 4 agosto 2020 – Il Consiglio di Amministrazione di illimity Bank S.p.A., riunitosi ieri sotto la presidenza di Rosalba Casiraghi, ha approvato i risultati al 30 giugno 2020. Anche nel contesto caratterizzato dall’emergenza COVID-19, illimity ha riportato solidi risultati che confermano il trend di crescita costantemente registrato dall’avvio dell’attività. Il semestre si chiude infatti con un utile netto di 15 milioni di euro (-11,4 milioni di euro nei primi sei mesi del 2019), trainato dal buon andamento del secondo trimestre che ha registrato profitti per 10,3 milioni di euro, valore raddoppiato rispetto al risultato dei primi tre mesi dell’esercizio (4,5 milioni di euro). Anche i crediti verso la clientela e gli investimenti hanno registrato un andamento positivo attestandosi al 30 giugno 2020 a 1,8 miliardi di euro – valore più che doppio rispetto al dato di 0,8 miliardi di euro del 30 giugno 2019. In particolare, il secondo trimestre 2020 registra una crescita rispetto ai tre mesi precedenti del 9%1 pro-forma. All’interno di questo aggregato, i crediti della Divisione SME registrano un progresso del 10% sul dato del 31 marzo 2020, trainati dal segmento Cross-over & Acquisition Finance che ha avuto un trimestre molto positivo quanto a nuove erogazioni, finalizzando anche le prime operazioni di prestiti con garanzia pubblica introdotti dai recenti Decreti governativi. Dopo un iniziale rallentamento dovuto agli effetti del COVID-19, l’attività dei segmenti Turnaround e Factoring ha mostrato segni di recupero a partire dal mese di giugno che, unitamente all’acquisizione di nuovi clienti realizzata durante il periodo di lockdown, supporta una solida pipeline per la seconda metà di quest’anno.

I volumi nel segmento DCIS – in crescita del 14% su dati pro-forma2 rispetto al 31 marzo 2020 – hanno beneficiato sia del caricamento di parte dei volumi di business già sottoscritti nei trimestri precedenti, sia dei nuovi investimenti del periodo, raddoppiati rispetto al secondo trimestre del 2019 e nel contesto di una gestione dinamica del portafoglio in essere che ha portato a registrare, per il terzo trimestre consecutivo, profitti da posizioni chiuse, per circa 7,9 milioni di euro. Si conferma anche la buona tenuta della qualità del credito con un rapporto tra i crediti deteriorati lordi organici e il totale crediti verso la clientela lordi organici stabile al 4% circa. La liquidità della Banca rimane robusta e pari a circa 500 milioni di euro al 30 giugno 2020 tra cassa, posizione interbancaria netta e attività finanziarie prontamente liquidabili di alta qualità e altri titoli negoziabili. Complessivamente, il totale attivo di illimity al 30 giugno 2020 supera i 3,2 miliardi di euro, valore che si confronta con 1,3 miliardi al 30 giugno del 2019. La raccolta diretta da clientela retail e corporate della Banca ha raggiunto 1,8 miliardi di euro, in costante crescita rispOutlook 2020: il Management si propone di raggiungere un utile netto nell’intorno di 30 milioni di euro per l’esercizio in corso, corrispondente ad un ROE di oltre il 5%etto al lancio della banca diretta, illimitybank.com, avvenuta nel settembre 2019. Si segnala che durante il mese di giugno 2020 la Banca ha partecipato all’asta TLTRO-III per 185 milioni di euro, rifinanziando l’ammontare derivante dalla partecipazione alla precedente asta TLTRO-II pari a 52,3 milioni di euro. Complessivamente, il totale delle fonti di finanziamento onerose di illimity a fine giugno 2020 sale complessivamente a 2,5 miliardi di euro, con un buon equilibrio per scadenze residue e un costo del funding in sostanziale stabilità. Il CET1 ratio di illimity si conferma solido e pari al 18,3%. Il CET1 ratio pro-forma della banca a parità di attivi si attesterebbe a circa il 19,5% includendo due effetti attesi entro l’anno: le azioni speciali per 14,4 milioni di euro (una volta completato l’iter di approvazione da parte dell’EBA), e l’impatto positivo derivante dall’applicazione delle misure contenute nel banking package di recente approvazione da parte dell’Unione Europea.

Corrado Passera, CEO di illimity, ha commentato: “Gli ultimi mesi sono stati un difficile test per tutti, certamente anche per illimity e il suo nuovo paradigma strategico e operativo. La nostra banca, giunta a metà del suo secondo anno di vita, ha saputo continuare il suo percorso di sviluppo dimensionale e reddituale. Tutte le tre divisioni non solo hanno registrato una crescita, ma hanno dimostrato una forte dinamicità imprenditoriale, anche identificando velocemente nuove opportunità e avviando progetti strategici. Il modello strategico e operativo di illimity si conferma quindi resiliente e capace di generare una crescita pur mantenendo un profilo di rischio contenuto sia in termini di qualità dei portafogli, sia in termini di patrimonio e di liquidità. Continueremo a lavorare in questa direzione per realizzare il nostro piano strategico con responsabilità anche nei confronti della comunità di cui ci sentiamo parte attiva stando vicini ai nostri già oltre 40.000 clienti che ci onorano della loro fiducia.”