Il declino dell’impero Berlusconi, Mediaset vale meno di 2 miliardi

9 Maggio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Milano – Tonfo in borsa per Mediaset dopo la trimestrale resa nota ieri a mercati chiusi che ha registrato un calo dell’utile dell’85%. Il titolo, il cui target price e’ stato oggetto di un taglio generalizzato da parte degli analisti. Nomura ha ridotto il target price a 1,7 da 1,95 euro, Barclays a 1,6 euro, Deutsche Bank da 2,1 a 1,5 euro, Bank of America da 1,7 a 1,4 euro, Equita da 2,1 a 1,55, Intermonte da 2,1 a 1,7 euro, Cheuvreux a 1,5 euro.

Il titolo tocca cosi’ nuovi minimi storici mentre la capitalizzazione del gruppo di proprieta’ della Fininvest di Silvio Berlusconi scende sotto i due miliardi di euro.

Mediaset torna agli scambi in Borsa, dopo essere rimasta a lungo in asta di volatilità, e cede il 9,34% a 1,48 euro, dopo la trimestrale di ieri, chiusa con un calo dell’utile dell’85%