Guerra dazi: Usa considera rimozione dazi su merci cinesi per $ 112 miliardi

5 Novembre 2019, di Mariangela Tessa

Si moltiplicano i segnali di distensione tra Usa e Cina sul fronte commerciale. Dopo che, nel fine settimana, il segretario del commercio Wilbur Ross ha fatto sapere che l’accordo parziale tra i due paesi potrebbe essere firmato entro la fine del mese, il Financial Times riferisce oggi che l’amministrazione Trump sta considerando di rimuovere alcune tariffe esistenti sui beni cinesi per 112 miliardi di dollari.

La nuova ipotesi di accordo

Secondo il quotidiano inglese si tratterebbe di una concessione in vista del primo accordo tra le due potenze economiche, “in guerra” da circa un anno e mezzo.
Tra i prodotti che potrebbero essere esentati dalle tariffe, figurano abbigliamento, elettrodomestici, e monitor a schermo piatto. Prodotti sottoposti a dazi del 15% dallo scorso primo settembre.

Ricordiamo che la mini tregua Usa Cina sarebbe dovuta essere firmata dai due presidenti Donald Trump e Xi Jinping, a margine del vertice di cooperazione economica dei paesi Asia Pacifico, il 15-16 novembre a Santiago del Cile. il summit è stato cancellato per ragioni di sicurezza, dopo le proteste di piazza delle ultime settimane.

A questo punto si parla di un possibile incontro tra Trump e Xi in occasione del summit dei paesi Brics (Brasile, Russia, India, Cina, Sud Africa), in Brasile, in programma nella capitale Brasilia il 13 e 14 novembre. Altra ipotesi potrebbe essere Washington.