Gm: utili salgono di otto volte, ma sotto le attese del mercato

23 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Primo trimestre a tutto gas per General Motors, che si è lasciato alle spalle un periodo, quello tra gennaio e marzo, con un utile netto salito di circa otto volte rispetto a un anno prima a 945 milioni di dollari, pari a un utile per azione di 86 centesimi, rispetto ad attese medie degli analisti di 97 cent.

Male invece il fatturato, che è sceso a 35,7 miliardi, da 37,4 miliardi che sentono gli effetti valutari negativi in Sudamerica, Europa e Russia. Il costruttore americano ha aggiunto che l’Ebit è cresciuto a 2,1 miliardi, incluso l’impatto di un miliardo legato a oneri di ristrutturazione, rispetto a 500 milioni un anno prima.

L’a.d. Mary Barra ha affermato che “i risultati del primo trimestre forniscono una solida base per raggiungere i nostri impegni finanziari quest’anno. La continua realizzazione del piano previsto aumenterà una crescita redditizia, i ritorni sul capitale investito e il valore per gli azionisti”.

L’utile sotto le attese di Gm delude gli investitori e nel premercato, a Wall Street, i titoli del gruppo americano scendono del 3,5%. (mt)