Giornata di dividendi a Piazza Affari, chi distribuisce cedole più generose

24 Giugno 2019, di Mariangela Tessa

Ammontano a circa 2,1 miliardi di euro i dividendi che arriveranno oggi dalle quotate di Piazza Affari a seguito dello stacco cedola che interesserà 15 società di cui 7 sono quotate al FTSEMib, 6 su altri panieri (Mid Cap, Star e Standard) e 2 all’AIM Italia. L’operazione determinerà un ribasso tecnico dello 0,29% sull’apertura dell’indice Ftse Mib.

L’assegno più generoso in questo nuovo round è quello di Poste Italiane che distribuirà ai suoi soci 574 milioni di euro: la cedola da 0,441 per azione riconosce ai prezzi attuali un rendimento del 4,6% circa.

Saldo di dividendo sull’esercizio 2018, dopo gli acconti pagati in autunno, anche per altre due partecipate pubbliche: Snam che pagherà altri 422 milioni, pari a 0,1358 euro per azione, a fronte di un dividendo totale di 0,2263 euro per azione; Terna invece distribuirà altri 310 milioni di euro (0,1545 il saldo, 0,2332 il totale).

Per il Tesoro, che in queste tre società detiene direttamente solo la quota del 29,26% in Poste (le altre partecipazioni sono attraverso Cdp), in arrivo altri 170 milioni di euro, incasso che maturerà a pochi giorni dalla richiesta proprio a Cassa Depositi e Prestiti di distribuire un extradividendo per ricevere circa 800 milioni.

Tra le altre big a pagare i dividendi, spiccano Exor (100 milioni a 0,43 euro per azione), Hera (149 milioni a 0,10 euro) e Prysmian (95 milioni a 0,43 euro). Infine  Tim, che però remunererà solo i titolari delle azioni risparmio con 0,0275 euro per azione, per un rendimento ai prezzi attuali del 5,7%.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 24 Giugno 201916:07

Ancora una volta grazie alla mano delle banche centrali, l’azionario sta aggiornando record su record. Con i guadagni odierni il Dow Jones è in rialzo dell’8% questo mese. Il presidente l’ha definito uno dei migliori mesi di giugno della storia americana “nonostante le azioni della Fed”. 

In realtà il mese in corso è il migliore giugno in oltre 80 anni e le parole accomodanti di Jerome Powell stanno contribuendo a questo contesto positivo. Nel sesto mese del 1938 il paniere delle blue chip ha fatto un balzo ancora più impressionante, del 24,3%.

Dow Jones performance each June

Daniele Chicca 24 Giugno 201917:52

Andamento debole nella seduta di inizio settimana per le principali borse europee. L’indice EuroStoxx 50 chiude in negativo con un calo del 0,35%. In calo Ahold, Adidas, Amadeus, BMW, Eni, EssilorLuxottica, Daimler e Sanofi. In controtendenza Unilever, Axa, Inditex, Siemens, Vinci e Kering

Daniele Chicca 24 Giugno 201917:52

Piazza Affari chiude la prima seduta della settimana in negativo con l’indice Ftse/Mib che registra un calo del 0,49%. In territorio negativo i titoli Amplifon, Hera, Poste Italiane, Prysmian, Recordati, Ferragamo, Saipem, Snam, Telecom Italia, Tenaris e Terna. In rialzo i titoli Atlantia, Azimut, Campari, DiaSorin, Leonardo e Juventus.

Daniele Chicca 24 Giugno 201917:53

Lo spread di rendimento tra Btp e Bund decennali si attesta a 247 punti base. Il Btp decennale rende il 2,16%.