Futures Usa in rialzo aspettando l’ultima riunione Fed dell’anno

13 Dicembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – L’andamento dei futures sui principali indici azionari americani in rialzo (vedi performance in fondo pagina) fa pensare a un avvio positivo per la borsa Usa.

L’attenzione degli operatori sarà concentrata sull’ultimo meeting del 2011 della Federal Reserve. Il 64% degli analisti interpellati da Bloomberg vede un cambiamento nella strategia di politica monetaria entro gennaio del 2012.

Tuttavia, in giornata non dovrebbero essere annunciati nuovi stimoli, visto che dall’Europa arrivano dei segnali incoraggianti, seppur ancora insufficienti, contro la crisi del debito.

Gli investitori preferiscono rimanere cauti, considerando anche le parole delle agenzie di rating che, dopo aver minacciato della possibilità di downgrade nell’eurozona la scorsa settimana, hanno di recente avvertito di non aver apprezzato (ai fini del merito di credito) quanto concordato nell’ultimo summit.

Htc, il quarto più grande produttore di smartphone al mondo, annuncia di aver fatto causa all’unità di Taiwan di Citigroup, con l’accusa di aver pubblicato false informazioni che hanno portato il titolo in calo.

Alcoa in rialzo in tandem con la ripresa dei metalli industriali, nella giornata di ieri duramente colpiti insieme alle altre principali materie prime.

Dal fronte economico degli Stati Uniti, i dati sulle vendite al dettaglio hanno deluso le attese. Il rialzo dello 0,2% e’ inferiore al +0,6% previsto ed e’ l’incremento piu’ contenuto degli ultimi cinque mese. Alle 16 verra’ comunicato l’aggiornamento sulle scorte di magazzino delle aziende, mentre alle 21:15 scattera’ l’ora della decisione sui tassi di interesse Usa da parte della Fed.

Sul fronte valutario, l’euro torna sotto quota $1,32, salendo di appena lo 0,10% nei confronti del dollaro. La moneta unica scende contro il franco svizzero a CHF 1,2342 ed è piatta sullo yen, a JPY 102,59.

Riguardo alle commodities, i futures sul petrolio scambiano a quota $98,25 al barile (+0,49%), mentre le quotazioni dell’oro cedono lo 0,06%, a $1.667,20 l’oncia.

Alle 15 ora italiana (le 9 ora di New York), i futures sull’indice S&P500 sono in rialzo di 6,7 punti, a quota 1.236 punti.

I futures sul Nasdaq avanzano di 13,75 punti, a 2.304,25 punti.

I futures sul Dow Jones sono in rialzo di 52, a 11.995 punti.

Rendimenti dei Treasury a 10 anni in rialzo di 2 punti base al 2,047%.