FT: “Ultima chance” per Berlusconi e per l’Italia

10 Agosto 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Il Financial Times considera quella attuale come l'”ultima chance” che ha il premier Silvio Berlusconi di “tagliare il deficit” e “varare finalmente le riforme economiche”.

Il giornale, in un suo editoriale, ricorda che l’Italia ha “urgentemente bisogno di queste riforme”, perche’ e’ al 48 esimo posto nell’indice mondiale della competitivita’, ha un mercato del lavoro troppo rigido, un sistema giudiziario nel caos e corruzioni e infiltrazioni criminali nella sua vita pubblica.

“Con l’Italia nel bel mezzo di una tempesta finanziaria che sta agitando l’Europa – si legge sul giornale britannico – il 74 enne Berlusconi ha l’ultima chance di mettere gli interessi della nazione davanti a quelli suoi personali, agli affari della sua famiglia e ai suoi guai giudiziari”.

“E’ difficile dire se gli italiani stiano perdendo la loro fiducia in Silvio Berlusconi – prosegue l’editoriale – piu’ di quanto i mercati finanziari ne stiano perdendo nell’Italia”, e “cio’ di cui l’Italia soffre in maggior misura, non e’ tanto il suo enorme debito, quanto piuttosto un deficit di leadership politica”.

Il quotdiano finanziario e’ scettico sulla capacita’ del premier di “essere all’altezza del compito”, poiche’ a 17 anni dalla sua prima elezione politica ha “ripetutamente promesso di liberare le dinamiche energie imprenditoriali dell’Italia, ma non ha mai deliberato nulla”.

Tuttavia il giornale britannico mostra di non credere all’ipotesi di un governo tecnico, sul modello di quello Ciampi del 1993-94. “L’Italia e’ una democrazia – scrive – e deve essere governata dai politici eletti dal popolo. Tocca a loro mostrare una reazione istintiva e avviare le riforme”.