Ft: Commissione Ue studia possibile revisione del Patto di stabilità

27 Agosto 2019, di Alessandra Caparello

Mano tesa della Commissione Ue targata  von der Leyen verso l’Italia. Come riporta il Financial TimesFinancial Times il neo presidente della Commissione Ue potrebbe avviare il lavoro per semplificare le regole del Patto di stabilità e crescita, permettendo così agli Stati in difficoltà di utilizzare obiettivi di bilancio meno duri da realizzare, in particolare sulla riduzione del debito, nei periodi di recessione.

Il quotidiano economico fa riferimento ad un “Patto di stabilità e crescita 2.1“, un documento di riflessione interno che riconosce la necessità di una “sostanziale semplificazione” delle regole da attuarsi nei primi 12 mesi del mandato della commissione von der Leyen prevedendo tra le altre cose una “riduzione ragionevole e sostenibile per le economie più vulnerabili” con l’obiettivo di ripristinare la fiducia tra gli Stati membri.

Immediata però la smentita da parte della stessa Commissione europea affidata alla portavoce Mina Andreeva.

“A questo documento bisogna dare zero credibilità e credito perché è basato su un brainstorming interno dei servizi. Non è stato visto dalla gerarchia della Commissione, nè dal presidente eletto nè dalla sua squadra di transizione, e ancor meno avallato. E’ sorprendente vedere articoli su un documento in cui le idee sono solo idee che non sono state viste dai politici e che probabilmente non vedranno la luce”.