Fmi: sistema bancario italiano stabile, a prova di shock

27 Marzo 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Arriva la nota del Fondo Monetario Internazionale, come anticipato da Wall Street Italia. In definitiva, come segnalato dai primi rumor, il giudizio è positivo, anche se i pericoli sono dietro l’angolo. Sicuramente, conforta sapere che secondo l’istituto guidato da Christine Lagarde, le banche italiane sarebbero capaci di resistere a uno shock.

Il sistema finanziario italiano ha mostrato una “notevole resistenza” ma “anche se stabilizzato non è immune ai rischi”; tra questi, la “continua debolezza dell’economia reale e il legame fra il settore finanziario e quello sovrano”, scrive la note

La “forte” supervisione del sistema finanziario è uno dei pilastri essenziali della sua stabilità – continua la nota – e la conformità della supervisione agli standard internazionali è elevata e si avvicina alle “best practice” in alcune aree. I risultati preliminari degli stress test suggeriscono che il sistema bancario italiano nel suo complesso sarebbe in grado di resistere sia in uno scenario di shock mirati sia in uno di protratta crescita lenta, “grazie alla forte posizione di capitale delle banche e alla liquidità della Bce”.