Fmi: “è ormai tempo che la Germania accetti gli eurobond”

23 Aprile 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – È tempo che Germania ponga fine a questa ostinata opposizione verso gli eurobond. Se in precedenza poteva avere le proprie ragioni, ora con i vari trattati fiscali queste ragioni vengono a mancare. Ormai deve accettare che l’eurozona si sta dirigendo verso questa direzione. A dirlo è Olivier Blanchard, economista capo e Direttore del Dipartimento di Ricerca del Fondo Monetario Internazionale.

“Quando non c’erano trattati fiscali, ne controllo dei bilanci o strumenti di disciplina fiscale, la Germania aveva delle buone ragioni per opporsi e non farsi influenzare da politiche irresponsabili da parte di altri paesi membri”, commenta Blanchard al Financial Times Deutschland.

“Ma adesso deve accettare che l’eurozona si sta muovendo verso la strada degli eurobond”.

L’utilizzo degli eurobond faciliterebbe l’accesso al mercato per vari governi, con il debito che sarebbe garantito dai vari paesi membri dell’Unione.

In precedenza la Cancelliera tedesca Merkel ha continuamente assunto una posizione critica verso tale strumento con il suo paese, la più grande economia dell’Europa, che già beneficia del costo del prestito più basso.