FINMATICA: L’UTILE IN CRESCITA A DUE CIFRE

11 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

(la notizia si riferisce alle 12 ora italiana)

Nel ’99 l’utile di Finmatica è ”in forte crescita, a due cifre”. Lo ha detto l’amministratore delegato, Fabio Bottari, a margine dell’assemblea dei soci della società che ha allargato da 3 a 5 i membri del Consiglio di amministrazione. Secondo il presidente Pierluigi Crudele la crescita continuerà anche nel 2000.

Stime esatte sulla crescita di Finmatica saranno diffuse la prossima settimana in incontri con gli analisti e con la stampa sul nuovo budget 2000-2002. Sono in corso incontri one to one.

Il preconsuntivo ’99 di Finmatica evidenziava ricavi lordi per 90,2 miliardi con un aumento del 63% rispetto al ’98. Nel 1998 l’utile netto di Finmatica era stato di 6 miliardi.

I principali azionisti della società che si sono presentati in assemblea sono Pierluigi Crudele con il 49,7%, la Rodhenam Partecipation (presidente Crudele) con il 13,93% e Romagest con il 2,095%.

Crudele ha spiegato che l’investimento di Romagest è puramente finanziario e non prevede l’ingresso di rappresentanti del gestore nel Cda. Crudele ha confermato un pay out rispettivamente del 20, 30 e 40% nel ’99, 2000 e 2001.

Entro un paio di mesi la società, che punta a stringere alleanze in tutta Europa, chiederà il passaggio del titolo al Nuovo Mercato di Piazza Affari.