Fineco AM, due nuovi ingressi nel team dedicato ai rapporti con i consulenti

26 Ottobre 2022, di Alessandra Caparello

Due nuovi professionisti entrano in Fineco Asset Management. Trattasi di Sergio Cordua e Ugo Cara che opereranno dalla sede di Dublino con il compito di sviluppare e consolidare ulteriormente la relazione con la Rete di consulenza Fineco.

Sergio Cordua, laureato presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano, dopo un’esperienza nel campo della consulenza in Accenture ha lavorato in M&G Investments, ricoprendo vari ruoli operativi tra cui quello di business development manager. Ugo Cara, laureato presso l’Università Bocconi di Milano, ha mosso i primi passi nel mondo della consulenza aziendale lavorando in Deloitte e PwC. Dal 2019 ha lavorato in Eurovita come relationship manager, dove si è occupato di seguire il canale delle reti di consulenza. Fabio Melisso, ceo di Fineco Asset Management ha commentato:

“I nuovi ingressi dimostrano non solo la volontà della società di crescere in maniera organica sviluppando la propria attività di relazione e supporto sulla rete Fineco, ma anche la capacità di attrarre talenti nel nostro hub di Dublino. Siamo quindi felici di dare loro il benvenuto nel team guidato da Daniele Mellana, nostro head of sales and business development”.

Chi è Fineco Asset Management

Fineco Asset Management è la società di gestione del risparmio interamente partecipata da FinecoBank. Operativa da luglio 2018, ha sede a Dublino e rappresenta un centro di eccellenza nella gestione e costruzione di soluzioni di investimento per la composizione dell’asset allocation dei clienti, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze di pianificazione finanziaria, anche le più complesse e sofisticate.

La società offre soluzioni di investimento progettate per soddisfare diverse esigenze dei risparmiatori: fondi di fondi ad alta diversificazione; fondi diversificati per profili di rischio; fondi in delega alle migliori società di investimento globali; fondi a capitale protetto; fondi a decumulo e da questo mese anche Etf. Le masse in gestione hanno raggiunto quota 24,5 miliardi di euro a fine settembre di quest’anno.