Finanza Wall Street a rischio. Hacker all’attacco

16 Gennaio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Inverno caldo per le banche americane. L’agenzia federale americana responsabile della sicurezza, la NSA (National Security Agency, ndr), ha acceso la spia rossa: nel mirino dei criminali informatici, una decina di istituti finanziari. I nomi sono di quelli grossi: Bank of America, PNC Bank, Wells Fargo, Citigroup, HSBC e SunTrust. Sono loro ad essere sotto scacco. Lo sono da mesi.

Ma nelle ultime settimane il pericolo sicurezza è aumentato perché ripetutamente – hanno segnalato esperti di sicurezza – gli hacker hanno preso di mira fino a sette banche al giorno. Gli 007 informatici hanno ammesso inoltre che questi attacchi sono stati molto più impegnativi da frenare rispetto a quelli del passato perché “gli aggressori riescono a dirottare il traffico sui conti online in maniera agevole per mandare a buon fine il loro disegno criminale”.

Le operazioni su larga scala sono mirate al furto di conti bancari, in particolare ad effettuare trasferimenti di denaro fraudolenti, grazie a una tecnica che consiste nell’infiltrarsi nelle comunicazioni fra due parti.

Dal 2008 a oggi, i cyber-criminali hanno sottratto qualcosa come 5 milioni di dollari. Ma oggi più di prima la volontà del governo di impegnarsi “è emblematica in quanto i cyber-rischi si stanno evolvendo”, ha detto un funzionario di una banca. “Le agenzie come la NSA vantano una esperienza enorme per proteggere attraverso i loro programmi di sicurezza tipologie di informazioni molto sofisticate”. La sfida è aperta.