Facebook sbarca nel mondo dei pagamenti digitali: al via il servizio “Pay”

14 Novembre 2019, di Alessandra Caparello

Gran debutto di Facebook nel mondo dei pagamenti digitali. Il social network guidato da Mark Zuckerberg ha lanciato oggi Pay, il servizio che consentirà agli utenti di fare acquisti effettuare donazioni o trasferire denaro attraverso le app Facebook, Instagram, WhatsApp e Messenger.

Facebook Pay si basa su infrastrutture finanziarie e su partnership già esistenti ed è separato dal portafoglio Calibra che si appoggerà al network Libra (…) “offrirà alle persone un’esperienza di pagamento comoda, sicura e coerente

Così ha spiegato in un post ufficiale Deborah Liu, Vice Presidente Marketplace and Commerce di Facebook.

Gli utenti già usano i pagamenti sulle nostre app per fare acquisti, fare donazioni per una causa oppure mandare denaro. Facebook Pay renderà più semplici queste transazioni, mentre continuerà a mantenere le informazioni di pagamento sicure e protette.
Facebook Pay inizierà a diffondersi su Facebook e Messenger questa settimana negli Stati Uniti per raccolte di fondi, acquisti in-game, biglietti di eventi, scambio di denaro fra persone su Messenger e acquisti da pagine e aziende selezionate nel Marketplace di Facebook.
E nel tempo, prevediamo di portare Facebook Pay a più persone e luoghi, anche per l’uso su Instagram e WhatsApp.

Facebook Pay debutterà questa settimana negli Stati Uniti, per poi diffondersi in altri Paesi potendo  essere utilizzato per fare acquisti, effettuare donazioni o trasferire denaro. Facebook Pay, sottolineano da Menlo Park, supporta la maggior parte delle principali carte di credito e debito, oltre che PayPal.
Sottolina Liu che i numeri di carta e conto bancario verranno archiviati e crittografati in modo sicuro.

Abbiamo progettato questa piattaforma per archiviare e crittografare in modo sicuro i numeri di carta e conto bancario dell’utente, eseguire il monitoraggio antifrode sui nostri sistemi per rilevare attività non autorizzate e fornire notifiche per l’attività dell’account.
L’utente potrà anche aggiungere un PIN o utilizzare i dati biometrici del tuo dispositivo, come il riconoscimento touch o face ID, per un ulteriore livello di sicurezza quando invia denaro o effettua un pagamento.