Europa, immatricolazioni auto al minimo dal 1990. Fiat -12%

19 Febbraio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Economia in miglioramento, peggio dietro le spalle? Dai dati che vengono snocciolati dall’Acea, l’associazione di auto in Europa, il quadro rimane ancora da brivido. Il mercato dell’auto inizia infatti il 2013 mettendo a segno un nuovo record negativo.

Di fatto a gennaio le immatricolazioni sono scivolate al minimo dal 1990, attestandosi nei 27 Paesi Ue insieme a quelli Efta ad appena 918.280 unità: si tratta di un calo -8,5% rispetto a 1.003.763 segnato un anno fa.

Molto male, di nuovo, Fiat Group Automobiles, con le immatricolazioni che nell’Ue a 27 più i Paesi Efta che sono state pari a 61.010 nuove autovetture, in calo del 12,4% rispetto alle 69.607 unità di gennaio 2012.

Il marchio Fiat però ha contenuto le perdite al 4% segnando 46.899 unità, contro le precedenti 48.843.

Fiat Group Automobiles a gennaio ha segnato nell’Ue a 27 più i Paesi Efta una quota di mercato pari al 6,6%, in calo rispetto al 6,9% di gennaio 2012. In crescita invece la quota del marchio Fiat che si è attestata al 5,1%, contro il 4,9% segnato un anno fa.