Esordio difficile per le borse europee

22 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Le borse europee avviano una giornata non molto propizia, a causa della performance negativa tracciata da Wall Street e dall?Asia, in seguito alle indicazioni deludenti giunte dagli Stati Uniti. Ieri sera, è stato pubblicato un intervento del Presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, in cui si conferma una “insolita incertezza” delle condizioni economiche e non si escludono ulteriori misure di politica monetaria a sostegno della crescita. La tensione è palpabile in questi ultimi giorni, a causa dell’imminenza della pubblicazione degli stress test sulle banche europee, in agenda per domani. Questo fattore aumenta l’instabilità dei mercati e rende mutevole l’umore degli operatori. Nel frattempo, si guarda anche ai conti trimestrali delle società americane ed europee. Questa mattina sono attesi i conti di Nokia. Fra le piazze europee la peggiore è Madrid che cede lo 0,65% a 9975,8 punti, mentre Londra cede lo 0,6% a 5183,31 punti. Male anche Parigi che mostra un decremento dello 0,56% a 3474,51 punti e Amsterdam dello 0,36% a 325,18 punti. Stessa impostazione per Francoforte che perde lo 0,38% a 5967,52 punti, mentre Bruxelles lima lo 0,13% a 2448,81 punti.