ESG, il primo fondo di private equity di Algebris raccoglie 200 milioni di euro

4 Luglio 2022, di Luca Losito

Il primo fondo di private equity di Algebris Investments, ribattezzato Algebris Green Transition Fund, ha chiuso il suo primo round di raccolta fondi, raccogliendo impegni per circa 200 milioni di euro da importanti investitori istituzionali, in Italia e nel mondo. Ad annunciarlo la società con una nota.

Il veicolo punta a raccogliere 400 milioni di euro nei prossimi dodici mesi e si situa alla frontiera ESG essendo conforme all’articolo 9 del regolamento europeo sull’informativa di sostenibilità dei servizi finanziari (SFDR).

La strategia d’investimento del nuovo fondo di Algebris

La strategia di investimento è costruita su tre pilastri:

  1. transizione energetica;
  2. economia circolare;
  3. smart cities & agritech.

Il fondo investirà in aziende con elevato potenziale di crescita, modelli di business resilienti e strategie sostenibili a lungo termine, favorendone la loro espansione, internazionalizzazione e consolidamento.  L’Algebris Green Transition investirà sia in Italia che in altri paesi europei.

Il fondo è gestito da un team industriale di primo piano guidato dal managing director Luca Valerio Camerano, già amministratore delegato di A2A, la più grande utility italiana. Gli altri due fondatori della business unit Green Transition, Francesco Becchelli e Matteo Tarchi, sono entrati in Algebris nella prima metà del 2021.  I tre fondatori hanno lavorato insieme per un lungo periodo e vantano oltre 50 anni di esperienza nel settore green. Il track record del team di gestione comprende oltre 40 operazioni finalizzate negli ultimi 5 anni per un controvalore di 4 miliardi di euro. Gli altri membri del team comprendono al momento un investment director, un investment manager e due associati.

Il fondo è costituito come società in accomandita semplice di diritto lussemburghese ed è riservato solo agli investitori professionali. Luca Valerio Camerano, managing director di Algebris, ha commentato:

“Nell’attuale contesto politico economico, gli investimenti in asset class alternative, combinati con strategie green, offrono agli investitori eccellenti opportunità di rendimenti e di reale creazione di valore ESG. Il Green Transition Fund di Algebris rappresenta una soluzione unica per trarre vantaggio dalle forze che stanno rimodellando l’economia e allo stesso tempo rappresenta un accesso concreto a investimenti legati a un futuro più sostenibile. Gli attori del mercato e della società chiedono soluzioni industriali capaci di conciliare credibilmente sviluppo e sostenibilità. L’evoluzione delle tecnologie e la crescente dotazione di risorse isituzionali supporteranno questa trasformazione. L’interesse degli investitori per questo settore e per la nostra iniziativa continuino a crescere e siamo molto fiduciosi di raggiungere i nostri ambiziosi obiettivi di raccolta nei successivi closing”.