“Eredità crisi finanziaria molto pesante”

22 Gennaio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – L’eredità della crisi finanziaria globale è “molto pesante”. Parola di Angel Gurria, segretario generale dell’Ocse che, in una intervista rilasciata al canale televisivo Cnbc in occasione del World Economic Forum che si è aperto a Davos, ha ammesso che “la situazione sta migliorando” e che “abbiamo imparato la lezione”, aggiungendo però che le ripercussioni sono ancora molto evidenti.

“Siamo in presenza di una crescita lenta, di un elevato tasso di disoccupazione, di crescenti diseguaglianze e di una riduzione catastrofica di quella fiducia verso le istituzioni che abbiamo costruito negli ultimi 100 anni. Tutto questo rende la ripresa molto difficile”.

“Ci sono due problemi: non ci sono investimenti e il fatto è che gli investimenti rappresentano la crescita del domani. Ciò dovrebbe preoccuparci molto. L’altro problema è il divario tra le competenze dei lavoratori e i bisogni del mercato – ha avvertito Gurria – Tutto questo deve essere risolto…la cosa più importante è il lavoro, lavoro e lavoro…e questa parte della ripresa non è ancora ovvia”.